ragazzo-al-pc
Tecnologia

Cosa amano fare gli italiani sul web?

Nel corso degli ultimi anni, un evento, più d’altri, ha letteralmente modificato la vita dei cittadini di tutto il mondo, rendendola, nella maggior parte dei casi, decisamente più semplice: la diffusione del web su larga scala. Anche gli italiani, popolo storicamente poco avvezzo ai cambiamenti, non possono fare a meno, oggi, della grande rete telematica, diventata un’autentica compagna della loro quotidianità.

Basti pensare al tempo che ciascuno di noi trascorre quotidianamente nel web, indipendentemente dal fatto che si tratti di motivi legati alla propria sfera professionale o personale. Ed è proprio su quest’ultima che concentreremo la nostra attenzione nel corso dell’articolo, mettendo in risalto cosa amano fare i nostri connazionali quanto sfruttano internet.

Chattare tramite le applicazioni di messaggistica istantanea

Comunicare è diventato estremamente fondamentale nel corso degli ultimi lustri. E il web, in tal senso, ha svolto un ruolo essenziale. Il successo delle piattaforme di messaggistica istantanea sono, a tal proposito, l’esempio più evidente e lampante di tutto ciò, uno strumento di straordinaria importanza per mantenere attivi i rapporti con i propri amici, parenti o colleghi di lavoro e trascorrere qualche momento di svago durante la giornata, spesso ricca di impegni e stress.

Grazie alle applicazioni di messaggistica istantanea, infatti, è possibile evadere dalla routine, regalare o regalarsi qualche momento spensierato e mantenere attivi i rapporti con le persone a noi più affini sotto qualsivoglia punto di vista. Tutto ciò, inoltre, è possibile ottenerlo grazie anche all’utilizzo dei social network, che sono un vero e proprio fenomeno di costume nel nostro paese.

Condividere tramite i social network

Certo, il loro successo è ridondante in ogni angolo del pianeta. Ma in un paese come il nostro, che fa della socialità e della voglia di condividere un vero e proprio mantra imprescindibile, la loro affermazione è stata a dir poco sbalorditiva, Si stima, infatti, che almeno il 65% degli italiani abbia un profilo social “autentico” attivo, percentuale che aumenta di circa 10 punti se includiamo anche i cosiddetti “fake”,

La piattaforma  con più “adepti” resta ancora Facebook, il primo social a spopolare sul web e, secondo alcuni, fautore del declino dei “forum”, un tempo in grado di riunire gli amanti di qualche hobby per discutere della propria passione. L’immediatezza dei social, la possibilità, perché no, di scoprire realmente chi si cela dietro l’altro schermo, ha consentito agli stessi di diventare dominanti sotto ogni punto di vista.

Guardare eventi calcistici azzeccando il risultato esatto

Lo svago sul web, tuttavia, si declina sotto molteplici aspetti. Ai giorni d’oggi, la grande rete telematica è diventata prediletta anche per la fruizione di eventi sportivi: solo un lustro fa, infatti, in pochi avrebbero immaginato che il campionato di calcio nostrano, immancabile rito settimanale per milioni di italiani in ogni angolo dello Stivale, fosse trasmesso da una piattaforma di streaming.

Questa passione per il calcio, poi, viene resa ancor più coinvolgente grazie alla possibilità di poter effettuare scommesse calcio italia in modo responsabile,  mettendo alla prova le proprie conoscenze calcistiche. Uno svago che coinvolge settimanalmente milioni di italiani sin dai tempi della celeberrima “Schedina”, dove il “13” alimentava il desiderio di poter svoltare la propria vita.

Sognare il grande schermo grazie alle piattaforme di streaming

La fruizione di contenuti multimediali tramite il web, poi, ha letteralmente modificato anche il mondo del cinema. Anche in questo caso, sino a pochi anni fa era inimmaginabile ipotizzare che una piattaforma di streaming potesse produrre film ad uso esclusivo dei propri abbonati. Oggi, invece, non ci stupiamo in alcun modo che ciò avvenga.

Certo, il periodo del lockdown ha portato ad un progressivo abbandono delle sale cinematografiche,  ma la quantità di film e serie tv proposte dalle tante piattaforme di streaming presenti nel nostro paese, talvolta ad un costo mensile paragonabile a quello delle visione di una sola pellicola in sala, non fa altro che spingere gli utenti a starsene comodamente seduti sulla propria poltrona di casa.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *